Oltre gli orizzonti del conosciuto. La sfida cruciale della mente alla scienza del XXI secolo

20-09-2011

Raccolta di articoli pubblicata nel 2011 presso l'editore Uni Service, Trento (seconda edizione: Editore Del Faro, Trento, 2014), centrata sull'argomento del rapporto mente-cervello, con specifico riferimento alla coscienza, alla creatività e all'autonomia della volontà (libero arbitrio).

Il filo conduttore che lega tutti gli articoli è la tesi secondo la quale molti fenomeni, che definiamo "mentali", presentano caratteristiche assolutamente particolari rispetto a qualsiasi altro fenomeno dell'universo, tanto da essere incompatibili con i concetti e i metodi che contraddistinguono gli attuali paradigmi scientifici.

A conferma di questa tesi, abbiamo che, esaminando in maniera approfondita le più significative proposte di spiegazione della mente avanzate negli ultime decenni, si finisce per scoprire che esse, senza eccezione, sono costrette a utilizzare concetti o presupposti del tutto indimostrabili (da me indicati come artifici concettuali), in mancanza dei quali non avrebbero alcuna plausibilità.

Di qui la necessità di rivolgersi verso direzioni di ricerca del tutto nuove, che facciano riferimento a principi teorici inediti, se si vuole avere qualche probabilità di dare soluzione agli enormi problemi posti dalla mente.


-- Vai al SOMMARIO & alla PRESENTAZIONE

-- Anthological Pieces (Brani antologici)

Pieces that I consider significant, taken from Beyond the Horizons of Known. By putting them online, I hope to attract the attention of an Overseas publisher, interested to publish my book in English.


-- The Principle of Galileian Objectivity and Consciousness
-- Mind: a Philosophical or Scientific Problem?
-- Gerald Edelman: Selection versus Instruction
-- John Searle's 'Chinese Room'
-- Conceptibility and Possibility (Criticism of Imaginary Experiments)
-- The Ghost in the Machine (G. Ryle)
-- Consciousness as a Brain Monitoring (A. Damasio)
-- About the Concept of 'Problem' (C. McGinn)
-- Irreducibility and Incommensurability