Lettera aperta sul rapporto scienza-religione

19-01-2016

Testo di una lettera-mail inviata al Dott. Maurizio Consoli (dirigente di ricerca INFN, Catania) e p. c. ai responsabili del sito Disf.org (Documentazione Interdisciplinare di Scienza e Fede). Si tratta di una sorta di intervento critico rivolto a un articolo dello stesso Consoli riguardante il rapporto tra scienza-religione, pubblicato sul sito di cui sopra, all’indirizzo: http://disf.org/editoriali/2008-09/.

Secondo Consoli, la religione e la scienza non sarebbero in conflitto tra loro, in quanto indirizzate ad aspetti diversi del reale; per quanto mi riguarda, invece, l’inconciliabilità tra scienza e religione sarebbe totale a motivo della visione radicalmente differente che esse hanno dell’uomo e della sua esistenza.


A questa lettera-mail, il Dott. Consoli ha risposto ribadendo sostanzialmente le proprie tesi (precisamente quelle che gli avevo contestato), senza tuttavia spendere una sola parola nei confronti dei miei argomenti, che – come ci si potrà rendere conto leggendo il mio scritto – non sono pochi, né mancano di sostanza. Ho ritenuto, di conseguenza, che non valesse la pena perdere altro tempo di fronte a questa sorta di "autismo intellettuale".


Avevo già fatto altri tentativi per aprire un confronto su questi temi con altre importanti istituzioni religiose, come il Pontificio Consiglio della Cultura e l’Istituto Ecclesia Mater, ma con risultati assai deludenti. Il disinteresse, la totale mancanza di disponibilità a prendere in esame con un minimo di attenzione idee diverse da quelle attualmente prevalenti in campo religioso, erano stati il segnale dominante.


Questa pubblicazione, per me, ha dunque il carattere di una sorta di sfida lanciata a tutti gli studiosi di area cattolica, per coinvolgerli in un dibattito serio sul complesso argomento del rapporto tra scienza e religione. Ad essa, intendo far seguire altre pubblicazioni (sul mio o su altri siti web, o addirittura in forma cartacea) che affrontino l’argomento da varie angolazioni, così da far emergere le varie problematiche connesse.